Doppio Sogno
Rivista Scientifica Semestrale
registrata presso
il Tribunale Civile di Roma
(n. 359 del 30/09/05
)
ISSN 1828-6038
 
 
 
 

Doppio Sogno è una rivista scientifica on line rivolta prevalentemente a quanti (psicologi, medici, ecc.) siano ancora impegnati nel percorso formativo di psicoterapeuti. Quindi è soprattutto uno strumento di lavoro per la ricerca, il confronto e l'approfondimento di temi scientifici sia di interesse generale, che di interesse specifico per la Scuola Internazionale di Psicoterapia nel Setting Istituzionale (SIPSI).

Il nome della Rivista Doppio Sogno allude al lavoro della mente del paziente e del terapeuta nella stanza d'analisi (un doppio sogno), ai discorsi/sogni degli operatori raccontati/sognati più volte nelle istituzioni, e ancora al riverbero del "sogno" dell'artista nella mente dei fruitori.

Thomas Ogden parla dell'organizzazione psichica come esperienza di superfici che si toccano, vede nella ritmicità sensoriale la più antica forma di organizzazione psicologica. Eugenio Gaddini sostiene che tutti gli organi di senso funzionano come organi di contatto. Marion Milner valorizza il tema della doppia dimensione del rapporto con l'oggetto, cioè del rapporto tra la nostra "figura" e il doppio sfondo costituito dal nostro corpo in rapporto con il corpo materno. D'altra parte la relazione figura/sfondo è fondamentale nella dinamica dei gruppi e delle Istituzioni. L'attività scientifica dell'International Institute for Psychoanalytic Research and Training of Health Professionals si muove proprio in queste prospettive. La Rivista quindi ha l'ambizione di proporsi come "luogo di contatto" di saperi che possono appartenere ad ambiti diversi: psicoanalisi, gruppoanalisi, antropologia, arte, filosofia. un contatto che può rivitalizzare la ricerca in psicoterapia allargandone gli orizzonti ed i confini.

Ogni numero della Rivista partirà dal contributo magistrale di un docente di particolare rilievo scientifico della Scuola (prof. Resnik, prof. Scarfone, prof. Oremland, ecc.) che di volta in volta sarà commentato e discusso da altri autori, scelti dal Comitato di Redazione tra i membri del comitato scientifico, del training, tra gli stessi allievi, o da quanti potrebbero essere invitati a farlo.

Gli altri materiali saranno il prodotto dell'elaborazione di esperienze innovative nel campo della formazione organizzate da The International Institute for Psychoanalytic Research and Training of Health Professionals: il Workshop "Cinema e Sogni" (D. A. Nesci) in cui un gruppo di operatori, dopo la visione serale di un film, si riunisce per condividere i sogni della notte; la trasmissione televisiva "Doppio Sogno" (T. A. Poliseno), frutto delle elaborazioni concentriche dei sogni del Workshop "Cinema e Sogni" da parte di gruppi di specialisti.

Siamo infatti convinti che i contatti creativi tra psicoanalisi, gruppoanalisi, antropologia, arte, ecc. e quindi la contaminazione e l'integrazione di conoscenze provenienti da campi disciplinari e prospettive teoriche diverse, aumenti l'efficacia dei processi di cambiamento in psicoterapia.

 

 
Doppio Sogno copyright © I.I.P.R.T.H.P. 2005 -Designed by Walter Iacobelli